Il fondo Alexander Walker

Fondo Walker - database

Alexander Walker - nato a Portadown nell'Irlanda del Nord il 23 marzo 1930 e scomparso a Londra il 13 luglio 2003 - era noto a livello internazionale come uno dei massimi critici e saggisti. Aveva visitato per tre volte la Cineteca del Friuli tra il 2000 e il 2002 per tenervi altrettante conferenze dedicate a Stanley Kubrick e al cinema britannico. Con il suo testamento ha voluto generosamente lasciare in eredità al British Museum di Londra la sua collezione di disegni e grafiche dei maggiori artisti mondiali e alla nostra Cineteca il suo archivio e la sua biblioteca di cinema. 
Attualmente in via di catalogazione a Gemona in uno spazio appositamente concesso dal Comune, il Fondo Walker ha uno straordinario valore storico e culturale in quanto costituisce la "memoria" di un protagonista e di un testimone fondamentale del XX secolo. 
I volumi che compongono il Fondo sono circa 3.000. Da segnalare che parecchi di essi includono una dedica dell'autore all'amico Walker, oppure una lettera d'accompagnamento a lui indirizzata. Biografie di cineasti, autobiografie, saggi e analisi storiche in inglese e in altre lingue. Un nucleo importante è rappresentato dai testi dedicati al tema della censura, in quanto Alexander Walker aveva preso spessissimo posizione pro e contro gli interventi censori, da Arancia meccanica in poi. Atti legali, rapporti del British Board of Film Censors, storie della pornografia, documenti di prima mano.
Un altro nucleo originale è quello dedicato al teatro contemporaneo, con testi di critici illustri quali Sheridan Morley, John Lahr, Kenneth Tynan, monografie sul Royal Court Stage e altri palcoscenici che hanno alimentato ininterrottamente la settima arte non solo in Gran Bretagna. Tra gli amici di Walker, il celebre regista teatrale e cinematografico Lindsay Anderson; nel volume della sua corrispondenza pubblicato postumo troviamo due sintomatiche lettere a Walker.
La sezione "manoscritti" comprende circa 30 faldoni dedicati ai numerosi volumi pubblicati da Walker. Biografie di star quali Greta Garbo, Marlene Dietrich, Rodolfo Valentino, Audrey Hepburn, analisi sul cinema inglese, sulla nascita del sonoro e su altri argomenti. Interviste - su carta e su audiocassetta -, corrispondenza, documenti d'archivio raccolti a Hollywood, New York e in mezzo mondo. Oltre alle migliaia di articoli e recensioni per il quotidiano londinese Evening Standard al quale Walker ha collaborato per quarant'anni. Trascrizioni di trasmissioni radiofoniche e televisive da lui curate.
In questo ambito, un'importanza speciale rivestono le ricerche di Walker su e con Stanley Kubrick, suo amico fino dai lontani tempi in cui era ancora un regista principiante a Manhattan. Ad esempio, il primo dattiloscritto del volume "Stanley Kubrick Directs" è conservato con le annotazioni e le correzioni a mano fatte da Kubrick. E un'intervista di due ore con Kubrick del 31 marzo 1981 è registrata su audiocassetta.
Circa 140 i faldoni che raccolgono testi e articoli di altri autori che Walker aveva schedato per utilizzarli nelle proprie ricerche. Inoltre, raccolte complete anni '60-'90 di riviste come Vogue, Vanity Fair, The Face , ecc. 
Circa 1200 fotografie di film.  Un fotoritratto di Alex Walker scattato da Christiane Kubrick, consorte di Stanley. Lorenzo Codelli (28 settembre 2005)

Fondo Walker - database

 

 
Archivio Cinema