Cinema Sociale chiuso, ma c'è il Sociale Virtuale

Cinema: la passione del grande schermo nel nuovo spot della FICE
La Federazione Italiana dei Cinema d’Essai, che rappresenta oltre 500 cinema indipendenti di tutta Italia, tra questi, il Sociale, dà il via oggi, al nuovo spot, destinato ad illuminare il grande schermo appena possibile. (19.01.2021)

Comunicato stampa FICE








SOCIALE VIRTUALE  #iorestoinsala
PROGRAMMAZIONE
FINO AL 27 GENNAIO 2021

da GIOVEDÌ 21 a MARTEDÌ 26 GENNAIO
ore 17.00, 18.00, 19.00, 20.00, 21.00***

SEMINA IL VENTO di Danilo Caputo. 91 min. IT 2019.
Ambientato tra alberi d’olivo e scenari industriali del tarantino, il film racconta una storia di ribellione e rinascita, esplorando il conflitto tra due modi di pensare e sentire la natura: quello di Nica, ereditato dalla nonna, e quello di Demetrio, figlio di un progresso industriale che ha disatteso le sue promesse.
• Scheda film e trailer
• BIGLIETTI


MERCOLEDÌ 27 GENNAIO
Giornata della Memoria
ore 17.00, 18.00, 19.00, 20.00, 21.00***
SE QUESTO È AMORE di Maya Sarfati. 86 min. Israele/Austria 2020.
• Scheda film e trailer
• BIGLIETTI

*** Scegliendo il film e l'orario accederai alla sala virtuale con il codice rilasciato all'acquisto del biglietto. Una volta acquistato il biglietto puoi iniziare la visione quando vuoi. Solo per gli eventi in streaming dovrai rispettare l’orario indicato. Da quando inizi a guardare il film hai 48 ore per completarlo.



 



In contemporanea con la 65a edizione dei Premi David di Donatello, in diretta venerdì 8 maggio su Rai 1 dalle ore 21.25, le sale cinematografiche italiane riaccendono, per una sera, le insegne e gli schermi, in attesa della riapertura e di un ritorno alla normalità.
Il flash mob, organizzato da ANEC con hashtag #riaccendilcinema, intende lanciare un messaggio simbolico agli spettatori, agli operatori e alle istituzioni con il quale si sottolinea l’importante funzione sociale che le sale svolgono quotidianamente sul territorio come luoghi di incontro, partecipazione e scambio culturale, e si evidenzia la necessità di un progetto strategico per il rilancio del settore. A seguito del lockdown, infatti, 1.600 strutture cinematografiche hanno sospeso la loro attività, per un totale di oltre 4.000 schermi su tutto il territorio nazionale.
“Soltanto nel Triveneto, dove 126 sale cinematografiche con 360 schermi hanno chiuso dal 23 febbraio scorso, dichiara Massimo Lazzeri, Presidente ANEC Tre Venezie, si calcolano 15 milioni di euro di perdite da biglietteria e oltre 2 milioni di spettatori in meno.”

 


AdessoCinema
Le sale sono chiuse ma… La Cineteca del Friuli, il Visionario di Udine e Cinemazero di Pordenone hanno dato vita a uno “schermo” comune che resterà acceso anche dopo l’emergenza ma che, soprattutto adesso, porta il cinema del territorio dentro le case.  AdessoCinema è un prezioso catalogo, che andrà arricchendosi nel tempo, di film e documentari resi disponibili per la visione in streaming su Vimeo. L'accesso ai film caricati dalla Cineteca del Friuli è gratuito. Buona visione!

Programmazione a cura della Cineteca del Friuli in collaborazione con il CEC di Udine